Provate il quiz politico

761 Risposte

@9XDBVN8Lega Nord ha risposto…2 settimane

Aumentare le tariffe sui prodotti di importazione già esistenti nell'economia nazionale

@9VNQ3HCPiù Europa ha risposto…3mos

Si se prodotti dannosi per la salute e/o ottenuti tramite il non rispetto dei diritti umani

Solo per alcuni tipi di prodotti strategici e particolari, come, per esempio, certi prodotti alimentari

@9SX9JJ5Fratelli d’Italia ha risposto…7mos

Si, ma solo per paesi che praticano concorrenza sleale e che non rispettano le normative sull'ambiente

@9SCYYDGPiù Europa ha risposto…8mos

Si, ma solo nel caso in cui tali prodotti siano importati da paesi in cui i lavoratori risultano essere sfruttati

@9XKGM6ZPartito Democratico ha risposto…1wk

Sì, per prodotti finiti e non per le materie prime che le aziende nazionali trasformano in prodotti finiti

@9X43H73partito Comunista ha risposto…4 settimane

No, purché i prodotti provengano da Paesi che rispettino i diritti dei lavoratori, le norme di sicurezza sul lavoro e le norme sulla pericolosità del prodotto stesso

@9VNPBMBForza Italia ha risposto…3mos

per prodotti di qualità scadente e che nn rispettano i diritti dei lavoratori altrimenti ci sarebbe una concorrenza sleale

@9VF9DLJPartito Democratico ha risposto…4mos

No, le tariffe liberano la strada a produttori di grandi dimensioni ma ciò porta le aziende più piccole a non crescere e le persone a sopportare costi della vita più alti

@9VDKWYSForza Italia ha risposto…4mos

Sono favorevole al libero mercato ma credo che sarebbe necessario introdurre dazi doganali sulle merci cinesi.Le imprese italiane non possono sopportare una concorrenza senza limiti con quelle cinesi le quali non sono sottoposte a determinate condizioni ambientali e sociali

@9V7RWTSPotere al Popolo ha risposto…5mos

No, allo scopo di creare un mercato di scambio globale che appoggia il lavoratore e non sempre il consumatore, anzi, lo scambio direttamente.

 @9BJZJZRFratelli d’Italia ha risposto…7mos

Sì, ma lasciando il commercio internazionale controllato, specialmente con nazioni amiche, con politiche simili ma sempre senza abolire l’Autarchia

@9SXWRNDForza Italia ha risposto…7mos

@9SDGXGBScelta Civica ha risposto…8mos

Solo nei confronti di paesi produttori che non rispettano delle regole di commercio stabilite, condivise ed etiche, per i quali sarebbe più opportuno un boicottaggio totale.

@9RRPDSLCasaPound ha risposto…9mos

Sì ma solo per i prodotti di necessità e di interesse strategico, per evitare che il Paese diventi troppo dipendente dalle importazioni estere.

@9RNVGT5partito Comunista ha risposto…9mos

Dipende dai prodotti. Bisognerebbe favorire la produzione di qualità, quindi aumentare le tariffe sui prodotti di scarsa qualità provenienti dall'estero e diminuirla per quelle di qualità superiore

@9RJ3LPSPotere al Popolo ha risposto…9mos

@9R98VXDPotere al Popolo ha risposto…10 mesi

Si, per i paesi che non rispettano i diritti dei lavoratori e regole ambientali

@9R75VGMpartito Comunista ha risposto…10 mesi

Sì, per le merci prodotte inglesi che non rispettano i diritti umani, dei lavoratori e gli accordi climatici. Bisognerebbe mettere tariffe anche sull'importazione di merci che possono essere prodotte in Italia, così da limitare la corsa al ribasso dei prezzi e degli standard lavorativi.

@9D7G239Più Europa ha risposto…1 anno

No, già perché in realtà la gran maggior parte dei prodotti italiani essendo granparte di alta qualità costa tanto ai eu figuriamoci posti come usa l’unico modo per alzare direi a causa dei prodotti agricoli in caso di disastri naturali oppure miglioriamo ancora di più.

@9VPJSRNFratelli d’Italia ha risposto…3mos

Solo per i prodotti per i quali il paese riesce ad essere indipendente dalle importazioni

@9QXDGKBScelta Civica ha risposto…10 mesi

Dovrebbe aumentare le barriere all’entrata ed aumentare i prezzi dei prodotti stranieri per favorire le imprese italiane

@9QTLJR6Più Europa ha risposto…10 mesi

Eliminare qualsiasi tipo di dazio o tariffa per gli altri paesi democratici di cultura occidentale (UE, Norvegia, Svizzera, UK, USA, Canada, Australia, Nuova Zelanda), con la parziale eccezione del settore agricolo e alimentare di USA, Canada. Australia e Nuova Zelanda. Mantenere un sistema di tariffe quasi molto base, ma di rigorosi controlli sul rispetto dei diritti umani nella produzione, con democrazie asiatiche come Giappone, Taiwan e Corea del Sud. Tenere tariffe più alte ma mantenere importanti relazioni di commercio con paesi in via di sviluppo come l’India o le democrazie africane

@9QT2SQMPartito Democratico ha risposto…11 mesi

Si per proteggere il nostro welfare, orario di lavoro e salari rispetto alla Cina India etc i cui lavoratori non godono degli stessi diritti

Sì, se i prodotti importati non sono di necessità vitale per il progresso dell'umanità

 @9BJZJZRFratelli d’Italia ha risposto…12 mesi

Sì, ma lasciando il commercio internazionale controllato, specialmente con nazioni amiche, con politiche simili ma con l’Autarchia

@9PT8WGMPotere al Popolo ha risposto…12 mesi

Sì se arrivano da paesi che sfruttano i lavoratori e non hanno una "democratica" tutela

@9F9P6KDPiù Europa ha risposto…1 anno

@9F3GS4Dpartito Comunista ha risposto…1 anno

Sì, ma per i prodotti finiti e non per i componenti necessari ad aziende che operano in Italia.

@Amerıcö-Ğald…Più Europa ha risposto…1 anno

Fidanzamento

L’attività storica degli utenti che interagiscono con questo question .

Caricamento dei dati...

Caricamento grafico... 

English Italiano